DOTT.SSA LETIZIA PATRICOLO

Chi è lo Psicologo del Lavoro e delle Organizzazioni?

La psicologia del lavoro è quella branca della psicologia che si occupa dello studio e dell’intervento sul comportamento di individui e gruppi in relazione all’ambiente organizzativo nel quale operano. Essa è suddivisa in molteplici aree riferite alle diverse problematiche riguardanti il processo di adattamento tra le caratteristiche della persona (cognitive, emotive, comportamentali) e quelle contestuali e del contenuto del lavoro (organizzative, gestionali, valoriali).

Ambiti di Intervento

  • La psicologia del lavoro: cenni storici e panorama lavorativo attuale
  • Progettare un intervento di consulenza in azienda
  • La selezione e l’assessment psicologico
  • La formazione
  • Orientamento e counselling di carriera
  • Lo sviluppo delle risorse umane
  • Coaching organizzativo

A) La consulenza Aziendale: perché?

Il potere decisionale dei manager può variare da decidere quali dipendenti coinvolgere nei progetti, a offrire suggerimenti sulle politiche aziendali, alla valutazione dei colleghi, alla gestione delle risorse.

Esperti ritengono che le organizzazioni possono migliorare la produttività attraverso l'empowerment dei manager per due motivi.

  • Il primo motivo è rafforzare la motivazione dei manager che spesso non è puramente economica, per fornire l'opportunità di raggiungere ricompense intrinseche dal loro lavoro, come ad esempio un maggiore senso di autorealizzazione e una sensazione di importanza. In alcuni casi, le ricompense intrinseche come la soddisfazione sul lavoro e un senso di lavoro propositivo possono essere più potenti di ricompense estrinseche quali salari più alti o bonus. Dipendenti motivati ​​tendono chiaramente a lavorare con maggior impegno di coloro che sono meno motivati.

  • La seconda motivazione è che manager con risorse potenziate sanno prendere decisioni migliori e si assumono la responsabilità del team che guidano. Avere dei manager competenti e sicuri di sé, in grado di risolvere con immediatezza un problema senza farsi distrarre da compiti non prioritari è un grande vantaggio per l'azienda che ne ricaverà un beneficio in produttività di tutto il team guidato dal manager ad alto funzionamento.

leader di successo e manager di oggi sono disposti a esercitare la loro leadership in un modo che i loro colleghi possano prendere decisionicondividere informazioni e provare esperienze nuove. La maggior parte dei dipendenti (futuri leader) vedono il valore nella ricerca di potere e sono disposti ad assumersi le responsabilità che ne derivano.

Se i leader futuri hanno la saggezza di imparare dall'esperienza dei leader presenti, e se i leader presenti hanno la saggezza di costruire un ambiente che consente alle persone di crescere, entrambi potranno godere dei benefici che hanno determinato.

Il nostro focus si concentrerà su:

  • Gestione Delle Risorse Umane

  • Prevenzione Del Burnout

  • Tecniche Per La Gestione Dello Stress

  • Tecniche Di Comunicazione Assertiva

  • Leadership

  • Empowerment Individuale

Grazie ad un team di esperti e professionisti della peak performance analizziamo la situazione aziendale e studiamo percorsi personalizzati per offrire un servizio completo e adatto alle esigenze dell'azienda che chiede il nostro supporto.

B) Focus Group per le Risorse Umane (lavoratori dipendenti):

Dipendenti e ambienti di lavoro subiscono gli effetti di modifiche interne come cambi di personale, cambio del responsabile, ridimensionamento interno o modifiche provenienti dall'esterno come tendenze economiche e sociali del momento che hanno un forte impatto aziendale.

Spesso i cambiamenti sono difficili da digerire perché ambienti che fino a quel momento rappresentavano la sicurezza e stabilità lavorativa vengono stravolti. A causa di trasformazioni aziendali possono presentarsi vari problemi per cui è necessario un processo di normalizzazione attraverso una presa di coscienza sull'impatto del sistema stesso, aiutando i dipendenti a riconoscere quale potrebbe essere il proprio ruolo nel calo della sua performance e a porvi rimedio.

Infatti non capire cosa ci blocca nella crescita aziendale ci rende frustrati e arrabbiati con un conseguente calo della performance lavorativa che diventa un circolo vizioso difficile da interrompere da soli.

Così si assiste alla promozione dei colleghi, alla facilità con cui gli altri si relazionano con i responsabili, alle richieste di scegliere un collega per svolgere un compito che potremmo svolgere anche noi...

È necessario capire cosa non ha funzionato e cercare una soluzione per diventare padroni del proprio destino.

Di seguito i problemi che potrebbero presentarsi sul luogo di lavoro e potrebbero dare origine a conseguenze dannose per la crescita nell'ambito lavorativo:

  • Procrastinazione: rimandare continuamente un compito e bloccare il team lavorativo di cui si fa parte

  • Reattività emotiva sul lavoro: spesso si non riesce a mettere da parte l'emozione e a rifocalizzare l'attenzione su un obiettivo

  • Incapacità di lasciare a casa i problemi personali: problemi coniugali o di salute possono incidere sulla propria prestazione lavorativa

  • Successo mitigato da un senso di insicurezza: sentirsi non all'altezza del compito assegnato

  • Licenziamenti e riduzione del personale che possono determinare paura e incertezza

  • Crisi di fronte a nuove tecnologie: ci si sente inadeguati e non all'altezza d'imparare nuove strumentazioni o tecnologie adottate in azienda

  • Esposizione a materiali pericolosi: può esserci un blocco della produttività dato dalla paura di incorrere in pericoli di salute

  • Non riuscire più a fare quello che prima si era in grado di fare

COME RISOLVIAMO QUESTI PROBLEMI

In modo mirato e puntuale analizziamo la situazione problematica, identifichiamo il nocciolo del problema e mettiamo a punto un progetto formativo ad hoc e personalizzato per arrivare alla soluzione.

QUALI STRUMENTI UTILIZZIAMO

Esaminiamo le capacità del cliente e il suo percorso di sviluppo ed eventuali deficit nella capacità di gestire le emozioni o nel suo bagaglio culturale. Se è necessario ci avvaliamo della consulenza di professionisti per trasferire competenze necessarie. Insegniamo a discernere ciò che è importante da ciò che costituisce una distrazione e ci focalizziamo sulla motivazione per rendere il cliente più sicuro di sé e pronto per costruire un futuro in cui gestire le sfide.

C) Coaching psicologico per i Professionisti: l’identità professionale!

Il miglioramento della performance è il rafforzamento qualitativo di una qualsiasi azione significativa, con l'idea implicita che l'attore dia in essa il massimo di sé.

A chi serve empowermet:

  • Manager

  • Sportivi

  • Musicisti

  • Attori

  • Liberi professionisti

  • Chi deve sostenere un colloquio di lavoro

  • Per sostenere un colloquio di ammissione a scuole, corsi

Può accadere che per vari motivi un professionista non riesca a dare il massimo di sé nel suo lavoro o improvvisamente abbia paura di raggiungere determinati obiettivi o ancora abbia paura di ripetere errori commessi in passato o ci sia semplicemente un blocco che non gli permette di arrivare al top.

Attraverso la psicoterapia centrata sul cliente e sulla richiesta del qui ed ora, analizziamo i motivi di questo blocco e concentriamo la terapia sull'empowerment senza farci distrarre da altri problemi che al momento coinvolgono la persona, a meno che questi non siano strettamente correlati al problema presentato.

Insicurezze che bloccano la performance:

  • Paura del successo

  • Paura del fallimento

  • Burnout

  • Paura di dover fare un discorso pubblico

  • Perfezionismo

  • Cercare di raggiungere obiettivi altrui

  • Scarsa attitudine per il proprio ruolo

COME RISOLVIAMO QUESTI PROBLEMI

In modo mirato e puntuale analizziamo la situazione problematica, identifichiamo il nocciolo del problema e mettiamo a punto un progetto formativo ad hoc e personalizzato per arrivare alla soluzione.

QUALI STRUMENTI UTILIZZIAMO

Esaminiamo le capacità del cliente e il suo percorso di sviluppo ed eventuali deficit nella capacità di gestire le emozioni o nel suo bagaglio culturale. Se è necessario ci avvaliamo della consulenza di professionisti per trasferire competenze necessarie. Insegniamo a discernere ciò che è importante da ciò che costituisce una distrazione e ci focalizziamo sulla motivazione per rendere il cliente più sicuro di sé e pronto per costruire un futuro in cui gestire le sfide.